Invecchiamento

Termo-ossidazione in stufa termoventilata (cod. E.14)

Prove di termo-ossidazione accelerata in stufa termoventilata.

Prove in camera climatica (cod. E.15)

Prove in camera climatica da -50°C a +150°C.

ESCR (cod. E.16)

Le misure della resistenza a solventi o altri additivi (ESCR), saranno concordate con il committente secondo le norme ASTM D1693:2008 (Standard Test Method for Environmental Stress-Cracking of Ethylene Plastics) e ISO 16770:2004 (metodo per la determinazione della resistenza allo stress-cracking di polietilene in qualsiasi ambiente).

La rottura per effetto della fatica e di un agente chimico aggressivo per il polietilene è definita Environmental Stress Cracking Resistance (ESCR). Questo fenomeno dipende dall’esistenza di stress esterni poliassiali combinati con stress interni, fatta eccezione per polimeri altamente cristallini per i quali è sufficiente l’azione dei soli stress interni. L'ESCR di una struttura è tanto maggiore quanto più elevato è il peso molecolare e tanto più bassa la cristallinità. La presenza di una elevata quantità di bassi pesi molecolari può ridurre la resistenza all’ESCR. Poiché è difficile evidenziare gli stress derivanti dalla trasformazione e dall’invecchiamento si usano prove accelerate quali:

i) provino sottoposto a deformazione costante (Bell test - ISO 22088-5)

ii) provino sottoposto a stress costante (Lander test)

iii) test su flacone sottoposto a pressione interna costante (specifico per il soffiaggio).

advanced polymer materials