Miscelazione estrusore bivite

Miscelazione con estrusore bivite (cod. F.10)

Determinazione delle condizioni operative per la miscelazione a caldo con estrusore bi-vite con diam. 26 mm e una lunghezza di 1040 mm (L/D=40). Il profilo delle viti, modificabile a seconda dei materiali utilizzati, è formato da cinque zone della lunghezza di ca 200 mm cadauno: tre zone di miscelazione, una di trasporto e una di compressione. L’estrusore è equipaggiato con due alimentatori : uno a singola coclea con un numero di giri variabile tra 1-100 rpm (adatto per polimeri in granuli), mentre l’altro a doppia coclea con un numero di giri variabile tra 1-50 rpm (adatto per polveri come cariche, additivi, pigmenti ecc.). La potenza del motore per l’azionamento delle viti è pari a 16 kW alla massima velocità di 500 rpm. Il controllo della temperatura del cilindro dell’estrusore è suddiviso in 9 zone e una sulla testa di estrusione avente quattro uscite con diametro di 4 mm cadauna. Un sensore di pressione è posizionato sulla testa di estrusione come controllo di processo. In caso di materiali contenenti acqua o altri vapori, è previsto l’uso di una pompa da vuoto per la loro eliminazione dal polimero fuso nella zona di compressione. Il materiale estruso è raffreddato con bagno ad acqua (o ad aria) e granulato con una taglierina a velocità variabile da 10-70 rpm. La portata oraria dell’estrusore bivite è di ca 22 kg/h con una velocità delle viti di 300 rpm. (Nel costo sono esclusi i costi per l’acquisto dei materiali e degli additivi.)

advanced polymer materials